tbd

CHE STORIA...CI TOCCA!

Iniziativa del progetto
Type of project
Year Project
Who is the initiative for?
scuola secondaria di primo grado (11-13 anni)
scuola secondaria secondo grado (14-18 anni)
Denominazione della Struttura
Liceo Scientifico "M. Curie"
Number of participants
50
City
Savignano sul Rubicone, Forlì- Cesena
Address
Via Palmiro Togliatti, 5
Rapporto con i curricoli scolastici
in continuità
Direzione educativa trasversale
E-mail
e.rodriguez@comune.verucchio.rn.it; evelacca75@tiscali.it
Partenariati
-Museo civico archeologico di Verucchio (Rimini)
-Istituto comprensivo “Ponte sul Marecchia”, Verucchio (Rimini)
-Istituto tecnico per il turismo “Marco Polo”, Rimini
-Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti - sezione di Riminii
-Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti - sezione di Forlì-Cesena
-Associazione “Diritti Diretti”, Chieti
-Associazione “Pro Loco Verucchio” (Rimini)
-Agriturismo “San Rocco”, Verucchio (Rimini)
Anno
2017/2018
Objectives of the project

1) rendere gli studenti diretti protagonisti dell’allestimento e della fruizione della sezione tattile del Museo, integrando l’apparato informativo con strumenti specifici adatti a tutte le esigenze e mettendo in pratica le competenze specifiche del proprio percorso di studi;

2) sperimentare la capacità di relazionarsi con il pubblico, di cooperare con gli altri, anche con chi ha bisogni specifici come i non vedenti, per fare esperienza di scuola inclusiva;

3) sperimentare strumenti non tradizionali per conoscere il patrimonio e raccontarlo agli altri, divenendo protagonisti diretti nel creare tali strumenti;

4) favorire un apprendimento di tipo cooperativo in cui ciascuno degli studenti si sente parte essenziale della realizzazione del prodotto finale.

Duration of activity
year(s)
Space of activity
sale del museo/archivio
Conoscenze di base
Descrivere in breve le conoscenze di base
Conoscenza del bene scelto come fulcro del progetto ovvero la ricostruzione di una tomba villanoviana del Museo Civico Archeologico di Verucchio che espone le testimonianze archeologiche del villaggio villanoviano di IX-VII secolo a.C. attraverso i più significativi corredi funerari rinvenuti nel territorio. Si tratta di un allestimento didattico di recente creazione; la riproduzione è realizzata secondo il punto di vista di chi ha predisposto la tomba 3000 anni fa in occasione del rito funebre: sono ricostruiti nel pozzetto i due doli e gli ossuari biconici ed alcuni oggetti del corredo fruibili dai visitatori anche attraverso l’esplorazione tattile tramite monitor touch. Un angolo specifico è dedicato al tema del banchetto e delle risorse alimentari, poiché lo scavo ha restituito una ricca varietà di cibi, soprattutto vegetali (frutti e cereali) che raccontano anche le abitudini alimentari ed il paesaggio di quell’epoca.
Descrivere in breve l'approfondimento
Studio e approfondimento dei contenuti tramite lezioni frontali con esperti e studio di gruppo
Descrivere in breve la rielaborazione
Realizzazione di video promozionali della sezione tattile del Museo con brevi giochi interattivi progettati per i bambini e prototipi per il libro tattile; realizzazione di materiali informativi di approfondimento della sezione tattile: pannelli esplicativi, ideazione, scrittura e registrazione delle audioguide in lingua italiana e inglese; realizzazione di un video per approfondire il tema specifico dei prodotti agroalimentari.
Short description of the project
Il progetto ha coniugato la sezione tattile del museo con il percorso di alternanza scuola-lavoro che una studentessa con disabilità visiva del Liceo di Savignano ha scelto di realizzare al Museo di Verucchio, collaborando per la fruizione alla sezione tattile dedicata alla tomba villanoviana.
Il progetto è stato arricchito con la partecipazione di studenti di un istituto con indirizzo turistico che hanno incentrato il proprio percorso di alternanza scuola-lavoro proprio sui temi dell’accessibilità dei beni culturali alle persone con deficit visivo e di alunni più giovani di due classi medie di Verucchio che si sono dedicati alla lettura del tema delle risorse agroalimentari nel rapporto fra antico (sulla base di quanto documentato nella stessa tomba villanoviana oggetto del percorso) e paesaggio presente.
Activities carried out by users (students and / or museum audiences)
Il percorso ha previsto l’organizzazione da dicembre a maggio di visite guidate per scuole e per gruppi di adulti, curate dalla studentessa con deficit visivo che ha raccontato i contenuti del bene culturale scelto anche alle altre classi coinvolte nel progetto, le quali, nei mesi tra novembre 2017 e febbraio 2018 hanno approfondito ulteriormente i contenuti tramite lezioni frontali con esperti e studio di gruppo.
Activities carried out by users (students and / or museum audiences)
Nei mesi primaverili gli studenti della classe del liceo Savignano hanno realizzato con lavoro di gruppo tre video promozionali della sezione tattile del Museo, nella forma di brevi giochi interattivi progettati per i bambini, ed i prototipi per il libro tattile; la classe dell’Istituto per il turismo, sempre tramite lavoro per gruppi, ha prodotto i materiali informativi di approfondimento della sezione tattile: pannelli esplicativi, ideazione, scrittura e registrazione delle audioguide in lingua italiana e inglese.
Activities carried out by users (students and / or museum audiences)
Le due classi medie hanno ideato e realizzato, tramite il supporto di un esperto, un video per approfondire il tema specifico dei prodotti agroalimentari: tale video mette in evidenza il confronto tra le risorse del paesaggio antico e quelle attuali. In occasione della giornata conclusiva del progetto, a maggio, sono stati presentati dagli alunni i lavori realizzati ed è stato offerto un “aperitivo villanoviano” con piatti ispirati ai cibi documentati nella tomba in questione e in altre sepolture di Verucchio, in collaborazione con l’agriturismo partner del progetto. Il video prodotto sul tema delle risorse alimentari è stato presentato inoltre in occasione di un convegno dedicato ai vitigni locali, concluso anche in questo caso da assaggi di cibi ispirati a quelli trovati nelle tombe e presenti ancora oggi nel territorio.
Results of the project
<p>1) Gli studenti sono riusciti ad approcciarsi&nbsp;ad una materia complessa ed alla realtà museale, da loro solitamente distante, e hanno affrontato&nbsp;aspetti anche socialmente rilevanti quali l’inclusione e l’accessibilità di&nbsp;tutte le persone;</p>

<p>2) Il contributo dell’alunna con deficit visivo è stato fondamentale anche per il museo ed i suoi operatori&nbsp;che hanno appreso essi stessi competenze specifiche per accompagnare il pubblico non vedente alla sezione tattile e per la studentessa l’occasione di mettere in pratica le proprie competenze e capacità di relazionarsi con persone e gruppi diversi (studenti, adulti);</p>

<p>3) Il pubblico, non solo quello dei non vedenti&nbsp;ha potuto fare un’esperienza non tradizionale di approccio ai contenuti e materiali del museo tramite il tatto, con commenti molto positivi;</p>

<p>4) &nbsp;Per il Liceo Curie&nbsp;l'esperienza di alternanza scuola lavoro organizzata in collaborazione con la scuola di Scienze Informatiche dell’Università di Bologna, sede di Cesena, ha permesso agli studenti di&nbsp;approfondire&nbsp;le loro conoscenze sul coding, nello specifico attraverso l’utilizzo del programma Snap!</p>
Indica quali sono le modalità che hanno garantito la fruizione del patrimonio
Gli studenti sono stati sollecitati ad acquisire le informazioni e i contenuti da presentare al pubblico non solo attraverso la modalità tradizionale (lezione frontale e dello studio individuale) ma, soprattutto, attraverso l’organizzazione di attività laboratoriali e di gruppo, intervenendo direttamente sulla loro gestione (divisione dei ruoli, scelta dei contenuti da trattare, modalità di esposizione degli stessi, efficacia della presentazione). Sono state organizzate visite guidate aperte al pubblico (studenti, gruppi di adulti, visitatori singoli).
Continuità del progetto negli anni
La classe dell’Istituto Marco Polo proseguirà il progetto di alternanza scuola-lavoro sui temi dell’accessibilità collaborando ancora con il Museo di Verucchio ed altri istituti culturali del territorio per la realizzazione di proposte di pacchetti turistici rivolti a persone con esigenze specifiche (in particolare non vedenti e non udenti).
Gli studenti potrebbero implementare il lavoro svolto sulla realizzazione dei prodotti multimediali di promozione, curando soprattutto la parte del sonoro, in modo da rendere fruibili le informazioni che attualmente sono veicolate, in maniera esclusiva, dal canale visivo.
Materiali prodotti
audiovisivi - video
altro
visite tattili
pannelli di allestimento, catalogo tattile