tbd

PIACENZA NEL MEDIOEVO. UNA CITTÀ DA VEDERE, DA ASCOLTARE E DA TOCCARE

Iniziativa del progetto
Anno Iniziativa
A chi è rivolta l’iniziativa
scuola secondaria secondo grado (14-18 anni)
Denominazione della Struttura
Liceo Classico Statale Melchiorre Gioia - Piacenza
Numero di partecipanti
130
Città
Piacenza
Indirizzo
Viale Risorgimento, 1
Rapporto con i curricoli scolastici
in ampliamento
Referente
Antonella Gigli (Direttore Musei di Palazzo Farnese)
Daniela Tagliaferri (Musei di Palazzo Farnese)
Manuela Veneziani (Docente di materie letterarie)
Anna Riva (Referente didattica Archivio di Stato di Piacenza)
Giovanna Taverna (presidente Unione Ciechi e Ipovedenti - Piacenza)
Direzione educativa trasversale
E-mail
antonella.gigli@comune.piacenza.it; daniela.tagliaferri@comune.piacenza.it; as-pc.salastudio@beniculturali.it; manuelaveneziani22@gmail.com; uicpc@uiciechi.it
Partenariati
-Musei Civici di Palazzo Farnese, Piacenza
-Archivio di Stato di Piacenza
-Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti - sezione di Piacenza
Anno
2017/2018
Obiettivi del progetto

1) Far acquisire agli studenti la consapevolezza del valore del patrimonio culturale e della memoria storica, renderli protagonisti della progettazione scientifica, didattica e artistica e della realizzazione di un allestimento museale mirato ad una fruizione più accessibile e sensoriale.

2) Insegnare agli studenti a leggere un'opera d'arte nella sua specificità, ma anche in connessione al contesto storico e urbanistico che l'ha prodotta e in cui si trovava.

3) Far comprendere agli studenti la relazione tra oggetto museale e territorio.

4) Far acquisire una metodologia operativa efficace in una progettualità che prevede competenze differenti

 

Durata dell’attività
annuale
Spazio dell’attività
sale del museo/archivio
aula didattica nel museo/archivio
altro
Conoscenze di base
Descrivere in breve le conoscenze di base
Gli studenti hanno appreso il ruolo culturale, religioso, economico e politico di Piacenza nel medioevo con la referente dell'Archivio di Stato, Anna Riva.
Gli studenti hanno compreso difficoltà e bisogni connessi alla disabilità con il referente dell'Unione Ciechi e Ipovedenti, Giovanni Taverna.
Descrivere in breve l'approfondimento
Gli studenti hanno visitato le sale di Palazzo Farnese e hanno effettuato percorsi medioevali in Piacenza. Hanno appreso l'utilizzo della stampa 3D e i principali aspetti tecnici relativi alla fotografia, cinema e documentari storici, videomaking.
Descrivere in breve la rielaborazione
Gli studenti hanno fotografato le sculture medievali, ne hanno acquisito informazioni più approfondite attraverso cui hanno prodotto i testi per materiali audio-descrittivi, di seguito registrati.
Componendo fotografie, riprese e colonne sonore, hanno realizzato videoclip di presentazione delle sculture.
Breve descrizione del progetto
Il progetto nasce con l'intento di valorizzare le sale delle sculture medievali con un apparato didascalico più ricco, visionabile anche attraverso link web e in un'ottica di fruizione inclusiva. A questo proposito, il progetto vuole rendere accessibile a ipovedenti e ipoudenti la collezione di sculture medievali dei Musei di Palazzo Farnese attraverso un percorso sensoriale, tattile e audiovisivo.
Attività svolte dagli utenti (studenti e/o pubblici del museo)
Gli studenti hanno partecipato a incontri di formazione sul ruolo culturale, religioso, economico e politico di Piacenza nel medioevo con la referente dell'Archivio di Stato, Anna Riva (in classe, in ASPc, in Archivio capitolare di S. Antonino); incontri con il referente dell'Unione Ciechi e Ipovedenti, Giovanni Taverna, che ha esplicitato ai ragazzi difficoltà e bisogni connessi alla disabilità (incontri plenari presso Museo e Liceo Gioia); momenti di formazione e restituzione coordinati dalla docente referente, Manuela Veneziani.
Attività svolte dagli utenti (studenti e/o pubblici del museo)
Sono state effettuate visite guidate con esperti di storia e arte medioevale (sale di Palazzo Farnese; percorsi medioevale in Piacenza con guide inglesi). Hanno seguito un corso di stampa 3D per progettare e realizzare riproduzioni in scala di alcune sculture. Hanno inoltre seguito lezioni con esperti di fotografia, cinema e documentari storici e videomaking. In questa fase hanno utilizzato la piattaforma Edmodo per la condivisione di materiali e il confronto di idee.
Attività svolte dagli utenti (studenti e/o pubblici del museo)
Gli studenti hanno fotografato i pezzi esposti nella sala delle sculture medievali di Palazzo Farnese; li hanno schedati secondo indicatori standardizzati; li hanno geo-localizzati, reperendo vario materiale iconografico. Hanno prodotto testi omogenei per materiali audio-descrittivi; successivamente li hanno registrati con l'assistenza dei tecnici di Gioia Web Radio. Hanno riprodotto in 3D alcune sculture esposte. Hanno predisposto didascalie in scrittura braille per non vedenti. Hanno quindi realizzato videoclip di presentazione delle sculture selezionando fotografie, riprese, colonna sonora.
Alla fine è stato preparato un evento cittadino di inaugurazione del percorso inclusivo e la comunicazione all'esterno del progetto.
Risultati del progetto
<p>Il progetto ha permesso agli studenti sia di acquisire nuove conoscenze, sia di consolidare e potenziare competenze eterogenee e assolutamente inclusive. Fondamentale è stato l'aspetto motivazionale di sentirsi promotori della valorizzazione e divulgazione del patrimonio artistico e culturale della propria città. Un buon risultato è dato dalla consapevolezza raggiunta da parte degli studenti delle problematiche della disabilità&nbsp; dei bisogni specifici in un'ottica di sempre maggiore inclusione.</p>
Materiali prodotti
audiovisivi - video
audiovisivi - fotografie
audiovisivi - audio
Spazio della città medievale di Piacenza