tbd

VIVERE UNA DELIZIA: FESTA BAROCCA ALLA REGGIA ESTENSE DI RIVALTA

Iniziativa del progetto
Anno Iniziativa
A chi è rivolta l’iniziativa
scuola secondaria secondo grado (14-18 anni)
altro
Denominazione della Struttura
Istituto Tecnico Scaruffi-Levi-Tricolore - Reggio Emilia
Numero di partecipanti
77
Città
Reggio Emilia
Indirizzo
Via Filippo Re, 8
Rapporto con i curricoli scolastici
in continuità
in ampliamento
Referente
Piccinini Loretta per Ist. Tecnico “Scaruffi-Levi-Tricolore”: lorettapiccinini@libero.it
Cappuccino Liliana per Archivio-mediateca “Fondazione i Teatri”: cappuccino.l@iteatri.re.it
Partenariati
- Archivio Biblioteca Mediateca della Fondazione I Teatri di Reggio Emilia
- Istituto Superiore di Studi Musicali di Reggio Emilia e Castelnovo ne' Monti “Peri-Merulo”, Reggio Emilia
- Fondazione Nazionale della Danza, Reggio Emilia
- Archivio di Stato di Reggio Emilia
- Biblioteca Decentrata San Pellegrino- Marco Gerra, Reggio Emilia
- Associazione Sport. Dil. “Insieme per Rivalta”, Reggio Emilia
Anno
2016/2017
Obiettivi del progetto

1) avvicinare gli studenti ai beni storici e ai diversi linguaggi (artistici-monumentali, musicali e coreutici), intesi anche come valore educativo alla formazione dell'identità personale e alla consapevolezza delle proprie espressioni culturali;
2) confrontarsi sui valori della cittadinanza e dell’identità, accrescendo il senso di appartenenza e il legame degli studenti con il territorio e la realtà culturale diriferimento;
3) usare la creatività in un contesto tecnologico innovativo e attivo;
4) stimolare e potenziare lo spirito di iniziativa personale e imprenditorialità di gruppo;
5) sviluppare lo spirito di inclusione e collaborazione interpersonale in diversi contesti relazionali.

Durata dell’attività
annuale
Spazio dell’attività
sale del museo/archivio
aula didattica nel museo/archivio
laboratorio scolastico (classe, atelier)
Conoscenze di base
Descrivere in breve le conoscenze di base
Ascolto libero e volontario dei più famosi brani di musica barocca e lezioni di storia dell'arte dei secoli XVII-XVIII, esposizione di materiali di archivio, approfondimento del panorama musicale del periodo in cui la Reggia di Rivalta fu costruita e abitata per restituire l'immagine della corte come centro di cultura musicale.
Descrivere in breve l'approfondimento
Visita guidata all’Archivio Mediateca della Fondazione I Teatri di Reggio Emilia con l'obiettivo di far scegliere in modo consapevole agli studenti le musiche per realizzare la performance finale; visita all'Archivio di stato di Reggio Emilia in cui gli studenti hanno avuto la possibilità di visionare la grande tela realizzata dal conte Tacoli per il duca nel 1751, momento di massimo splendore della reggia (Fondo documenti rari e preziosi, Carte private diverse) e la Reggia di Rivalta e i suoi giardini, visione presso il Teatro Cavallerizza dello spettacolo di percussioni e di strumenti del periodo barocco, del gruppo “Tetraktis”, con la collaborazione della “Fondazione i Teatri” di Reggio Emilia.
Descrivere in breve la rielaborazione
Costruzione di una impresa simulata con un CdA (con relativo amministratore delegato), un ufficio stampa e relazioni esterne (con sottoruoli di social media curators, copywriters e grafici, fotografi e videomakers) ed un gruppo per archivio e documentazione finalizzato alla diffusione e documentazione del progetto. Realizzazione dell'evento "passeggiata estense" ovvero di un percorso guidato verso la Reggia con descrizioni storiche realizzate dagli studenti di 4 H e animazione di alcuni studenti del gruppo teatrale d'Istituto e musici della “Contrada della Corte”; presso i cortili e il “giardino segreto” della Reggia. Infine, realizzazione di laboratori e di una performance di danza ispirata ad una "festa barocca" a cura della 4G e di musica a cura di studenti della classe di fiati dell'ISSM “Peri” che hanno eseguito brani di G.F. Handel.
Breve descrizione del progetto
Il progetto nasce da tre elementi correlati tra loro:
1) il contesto della programmazione disciplinare di Italiano per le classi quarte che ha cercato nuove modalità didattiche per avvicinare gli studenti non solo al linguaggio letterario, ma anche a quelli di altre discipline artistiche, il più possibile in un contesto vicino alla quotidianità dei ragazzi, che ogni giorno, ignorandone il suo valore non solo per il territorio ma anche per la loro identità culturale, passano dinanzi al bene prescelto: la reggia di Rivalta;
2) l'indirizzo scolastico del nostro Istituto, quello di Relazioni Internazionali e Marketing : è apparso importante mostrare come anche un bene culturale possa essere oggetto di una campagna di marketing a ragazzi che provengono in gran parte da un contesto sociale povero di stimoli culturali specifici e, molti di loro, anche per l'origine straniera, ancora senza un reale legame identitario con il territorio in cui vivono;
3) la presenza di una studentessa sordo-cieca che dimostrava competenze di base per poter partecipare in modo pieno ad una unità formativa complessa che la vedesse coinvolta alla pari con i compagni in ogni fase didattica.
Attività svolte dagli utenti (studenti e/o pubblici del museo)
Da dicembre a febbraio: illustrazione del progetto, ascolto libero e volontario dei più famosi brani di musica barocca e lezioni di storia dell'arte dei sec. XVII-XVIII. Pubblicazione da parte degli studenti degli account creati sui principali social networks dando vita ad originali hustag con aggiornamento costante, postando immagini e brevi descrizioni delle attività del progetto. Infatti, gli studenti della classe 4H hanno simulato un'impresa, suddividendosi i compiti, creando un CdA, con relativo amministratore delegato, un ufficio stampa e relazioni esterne (con sottoruoli di social media curators, copywriters e grafici, fotografi e videomakers) e un gruppo per archivio e documentazione.
Attività svolte dagli utenti (studenti e/o pubblici del museo)
Da marzo ad aprile: visita guidata ai materiali dell'archivio, con uno specifico momento di preparazione; e approfondimento del panorama musicale del periodo in cui la Reggia di Rivalta fu costruita e abitata, per restituire l’immagine della corte anche come centro di cultura musicale; visita guidata all'Archivio di stato di Reggio Emilia e alla Reggia e ai suoi giardini; visione al Teatro Cavallerizza dello spettacolo di percussioni, strumenti fondamentali del periodo barocco, del gruppo “Tetraktis”, in collaborazione con la “Fondazione i Teatri” di Reggio Emilia. Inoltre, per la classe 4G sono stati realizzati sei incontri di laboratorio di danza, nell'aula magna e cortile dell'Istituto. Infine, si è svolta la presentazione del progetto e dell'evento finale presso biblioteca decentrata di San Pellegrino. Il gruppo dell'impresa simulata organizzata dalla classe 4H ha realizzato,foto e brevi videomakers di tutte le attività e iniziative durante le varie fasi del progetto oltre a locandine, segnalibri e testo multimediale in Power Point per pubblicizzare progetto ed evento finale.
Attività svolte dagli utenti (studenti e/o pubblici del museo)
Evento finale: “Passeggiata estense”, percorso guidato verso la Reggia, lungo viale Umberto I e il ponte sul Crostolo, con descrizioni storiche dalla classe 4H, con animazione di alcuni studenti del gruppo teatrale d'Istituto e musici della “Contrada della Corte”; presso cortili e “giardino segreto” della Reggia e performance di danza a cura della 4G e di musica a cura di studenti dell'ISSM “Peri”. Inoltre, alcuni studenti, non coinvolti nella performance e coadiuvati dal tecnico dell'Istituto hanno collaborato alla realizzazione del video finale; tutti gli studenti hanno realizzato dei diari di bordo in modo individuale o a piccolo gruppo di tutte le attività e iniziative svolte.
Risultati del progetto
<p>Gli obiettivi prefissati sono stati raggiunti, ed in particolare:<br />
1) perseguire con modalità di apprendimento attivo, il duplice obiettivo di utilizzare e mettere a disposizione degli studenti materiali d’archivio e, contemporaneamente, stimolarli alla conoscenza di uno dei luoghi storici della città e del contesto territoriale in cui il loro plesso scolastico è inserito, rendendoli protagonisti nella ricerca di diversi linguaggi culturali ed artistici e forme inclusive, per comunicare efficacemente a tutta la comunità la specificità e la ricchezza del bene culturale prescelto;<br />
2) costanza nella frequenza e qualità della partecipazione con un'ottima intesa comunicativa ed educativa con gli esperti esterni&nbsp; e una collaborazione partecipata&nbsp; da entrambi i gruppi classe;<br />
Il coreografo Cannistrà ha espresso come sia stato di particolare stimolo lavorare con ragazzi con così tante e diverse origini culturali, trovando nel linguaggio della danza e della musica un linguaggio comune per costruire insieme un percorso di relazione e identità.</p>
Indica quali sono le modalità che hanno garantito la fruizione del patrimonio
Per rispondere al macro obiettivo di “imparare ad imparare” e aumentare spirito di iniziativa e di imprenditorialità, si è creato un contesto di apprendimento in cui gli studenti potessero sperimentare la propria creatività e le competenze e/o attitudini attraverso esperienze pratiche: laboratoriali di danza, laboratori di ascolto guidato di brani di musica barocca e visione di filmati da allestimenti di opere barocche, simulazione di un'impresa nel settore dell'organizzazione e promozione di eventi culturali; lezioni frontali introduttive alla storia dell'arte barocca, visite guidate. Inoltre, per potenziare le competenze sociali e civiche è stato molto utile l'incontro con il padre della studentessa sordocieca che ha parlato della storia della figlia e della sua relazione con la famiglia, incontro che ha molto coinvolto empaticamente i compagni.
Continuità del progetto negli anni
Ci si auspica che il progetto possa continuare in quanto già da alcuni anni l'Istituto collabora attivamente con la “Fondazione i Teatri”e con la biblioteca decentrata di San Pellegrino unitamente alla collaborazione con l'associazione "Insieme per Rivalta", per visite guidate alla Reggia, e con l'Istituto Musicale "Peri- Merulo" di Reggio Emilia, oltre che con l'ufficio didattico della "Fondazione Nazionale della Danza" per approfondimenti dei vari linguaggi artistici. Inoltre, l'associazione "Insieme per Rivalta", colpita dalla qualità culturale del progetto e dell'evento finale ha chiesto verificare la possibilità di reiterare la performance finale , anche in coincidenza con il vicino inizio dei lavori di restauro e ripristino della reggia e del suo giardino.


Materiali prodotti
audiovisivi - video
audiovisivi - fotografie
cartacei - documentazioni
cittadinanza
strumenti a fiato e i leggii, costumi, trombe e tamburi
Video
Stato della scheda
Bozza
VAM
Off