Iniziativa del progetto
Tipologia del progetto
Anno Iniziativa
A chi è rivolta l’iniziativa
scuola secondaria secondo grado (14-18 anni)
Denominazione della Struttura
Liceo Scientifico Oriani di Ravenna
Numero di partecipanti
48
Città
Ravenna
Indirizzo
Via Cesare Battisti, 2
Rapporto con i curricoli scolastici
in ampliamento
Direzione educativa trasversale
E-mail
info@liceoscientificoravenna.edu.it
Partenariati
Istituzione Biblioteca Classense
Archivio Storico comunale di Ravenna
Psicologia urbana e creativa, Ravenna
Sert dipendenze patologiche Ausl Romagna, Ravenna
Anno
2018-2019
Obiettivi del progetto

1) Valorizzare un preciso bene culturale nell'ambito dell'utilità sociale; 2) far riflettere i giovani sul rapporto fra gioco e gioco d'azzardo; 3) riconoscere le emozioni coinvolte dal gioco d'azzardo; 4) comprendere che il problema della ludopatia ha radici lontane.

Durata dell’attività
annuale
Spazio dell’attività
laboratorio scolastico (classe, atelier)
istituti di cultura (biblioteche, centri documentazione etc.)
Conoscenze di base
Descrivere in breve le conoscenze di base
Incontro con gli psicoterapeuti di PUC che hanno affrontato il tema delle emozioni suscitate dai vari tipi di gioco fino ad arrivare a quello d'azzardo.
Approfondimento
Descrivere in breve l'approfondimento
Incontri in Archivio storico comunale per la consultazione e selezione dei bandi e dei giochi da tavolo antichi;
incontro con il funzionario del Comune di Ravenna incaricato di recepire la legge regionale in materia di difesa dei luoghi sensibili dalle sale gioco e locali dotati di slot.
Descrivere in breve la rielaborazione
Allestimento di una mostra itinerante.
Breve descrizione del progetto
Con questo progetto, i ragazzi saranno chiamati a selezionare i bandi più significativi che riguardano i divieti al gioco d'azzardo presenti nell’Archivio storico comunale di Ravenna. I bandi saranno letti e commentati anche e soprattutto alla luce degli ultimi regolamenti in materia emanati dalla Regione Emilia-Romagna e recepiti dai Comuni, fra cui il Comune di Ravenna.
I bandi saranno oggetto di una mostra con pannelli e commenti redatti dagli studenti. A seconda delle competenze linguistiche sarà fatta una breve indagine sulle strategie di lotta al gioco d'azzardo messe in atto oggi in Italia e in altri Paesi. I giovani coinvolti saranno gli allievi di 4 classi e saranno chiamati a fine progetto a inaugurare la mostra dei pannelli e a fare da guide alla mostra ai compagni del loro istituto e di altri istituti di Ravenna nei quali la mostra sarà allestita nel corso dell'anno scolastico.
Attività svolte dagli utenti (studenti e/o pubblici del museo)
Incontro presso il Liceo fra i ragazzi delle classi coinvolte, gli insegnanti, l'archivista e gli psicoterapeuti di PUC ha affrontato il tema delle emozioni suscitate dai vari tipi di gioco fino ad arrivare a quello d'azzardo con conseguenti riflessioni.
Attività svolte dagli utenti (studenti e/o pubblici del museo)
- Incontri in Archivio storico comunale per la consultazione e selezione dei bandi e dei giochi da tavolo antichi;
- incontro in classe con il funzionario del Comune di Ravenna incaricato di recepire la legge regionale in materia di difesa dei luoghi sensibili dalle sale gioco e locali dotati di slot.
Attività svolte dagli utenti (studenti e/o pubblici del museo)
Realizzazione di pannelli autoportanti in forex da utilizzare per l'allestimento di una mostra itinerante con alcuni giochi da tavolo della collezione di giochi antichi della Biblioteca Classense, in grado di illustrare al pubblico la attuale legislazione nazionale e internazionale che regola il gioco d'azzardo, i legami fra gioco d'azzardo e mafia e i pericoli che si corrono praticandolo.
Risultati del progetto
1) Consapevolezza di cosa sia la dipendenza da gioco d'azzardo patologico e di come sia stato affrontato nei secoli scorsi,
2) conoscenza sul ruolo e sulle azioni che istituzioni pubbliche e associazioni stanno svolgendo ora a sostegno dei ludopatici;
3) capacità di lavorare assieme;
4) capacità di progettazione.
Indica quali sono le modalità che hanno garantito la fruizione del patrimonio
L'evento è stato promosso sulla stampa locale e su tutti i canali social e web della Istituzione Biblioteca Classense con un video promozionale.
Continuità del progetto negli anni
Il progetto continuerà alla riapertura delle scuole: da settembre 2019, la mostra itinerante sarà infatti allestita in un'altra scuola cittadina e saranno sempre i ragazzi ad inaugurarla, passando il testimone ad altri giovani studenti, che a loro volta potranno inaugurare la mostra in un altro istituto scolastico interessato. Si proseguirà con la metodologia se si individuerà un altro bene culturale che possa avere un valore sociale, ovvero far riflettere su dinamiche sociali ancora attuali.
Materiali prodotti
audiovisivi - video
cartacei - cartelloni
altro
Autore scheda
Marco Alberto Cozzi
mostra itinerante
Video
Stato della scheda
Bozza
VAM
Off