Paleobestiari Fantastici

Paleobestiari Fantastici

Descrizione: 

Si parla di bestiari per indicare una particolare categoria di libri medievali che raccoglievano brevi descrizioni di animali, reali ma soprattutto immaginari, accompagnate da commenti moralizzanti e talvolta riferimenti ai testi biblici. È proprio a queste opere che si ispira l’esposizione “Paleobestiari Fantastici” degli artisti contemporanei Francesco Cornacchia e Davide Saba, allestita presso la Collezione di Geologia “ Museo Giovanni Capellini” di Bologna (11 maggio-30 giugno 2019). Si tratta di un catalogo di esseri immaginari, una raccolta di quadri creati sulla base dei fossili presenti nelle sale: pesci, mammut, dinosauri, mammiferi e piante. Francesco Cornacchia segue la tradizione fumettistica rappresentando immagini ben definite, che risaltano grazie alla foglia d’oro. Le sue creature si rifanno all’immaginario medievale, alla teratologia e ai testi sacri, risultando spesso esseri mostruosi e leggendari. Davide Saba ha un approccio più scientifico, studiando gli aspetti genetici ed evolutivi della natura, esprimendosi attraverso sperimentazione di cera, acrilico e fiamma ossidrica.

 

Documenti: 
PDF iconprima_opera.pdf
Prima opera:Malphas XXXIX
PDF iconseconda_opera.pdf
Seconda opera: Il drago e San Michele
PDF iconterza_opera.pdf
Terza opera: Re del Mondo
Autore/i: 
Anita Sabattini, Denzel Simms, Ludovica Veronesi