Iniziativa del progetto
Tipologia del progetto
Anno Iniziativa
A chi è rivolta l’iniziativa
scuola primaria (5-10 anni)
scuola secondaria di primo grado (11-13 anni)
Denominazione della Struttura
Istituto Statale Comprensivo “A. Battelli” di San Leo
Città
San Leo
Indirizzo
Via Michele Rosa n. 19
Rapporto con i curricoli scolastici
in ampliamento
Direzione educativa trasversale
E-mail
rnic811008@istruzione.it
Partenariati
Fortezza Rinascimentale del Comune di San Leo
Società San Leo 2000 Servizi Turistici, Cesena
Coop Atlantide, Cervia
Anno
2018/2019
Obiettivi del progetto

1) Responsabilizzazione degli studenti nel lavoro di gruppo; 2) acquisizione e partecipazione della storia del proprio territorio.

Durata dell’attività
annuale
Spazio dell’attività
laboratorio scolastico (classe, atelier)
Conoscenze di base
Descrivere in breve le conoscenze di base
Visita guidata della Fortezza di San Leo e ricerca di tutte le informazioni necessarie per la sceneggiatura della drammatizzazione;
laboratorio MYSELF : elaborazione delle proprie emozioni tramite espressioni facciali tramite uno specchio e disegno del proprio viso con matita e colori per abbinare i colori allo stato d’animo, al fine di una presa di coscienza del proprio viso e delle proprie emozioni.
Approfondimento
Descrivere in breve l'approfondimento
Confronto in teleconferenza con educatore di Cooperativa Atlantide per elaborazione del canovaccio della drammatizzazione oggetto del progetto;
casting presso la palestra della scuola in cui ogni ragazzo si è presentato dichiarando le proprie passioni e hobby;
assegnazione delle parti grazie a colloqui individuali;
prove con spiegazione dei ruoli di ognuno.
Descrivere in breve la rielaborazione
Rappresentazione della drammatizzazione presso la palestra della Scuola secondaria di Pietracuta.
Breve descrizione del progetto
L’obiettivo del progetto è la valorizzazione dell’atelier pittorico dedicato al dipinto di Vasari “La Presa di San Leo”, allestito in occasione dell’anniversario dei 500 anni dalla presa di San Leo da parte delle truppe fiorentine il 17 settembre 1517. Sarà creato un laboratorio teatrale errante, dove ogni studente avrà la propria mansione: regista, aiuto-regista, effetti speciali, tecnico del suono, ecc. Gli attori hanno la propria parte su cui elaboreranno testo e sceneggiatura. La trama si basa su “Ragionamenti” del Vasari in cui l’artista ha riservato molte pagine all’assedio di San Leo, descrivendo l’aspetto geomorfologico, le tecniche di guerra, le gesta e i protagonisti della battaglia, evocando nel contempo aneddoti e retroscena, anche politici. Il laboratorio, svolto durante l’anno scolastico da un paio di classi, porterà poi alla rappresentazione teatrale da svolgersi presso la Fortezza divenendo di fatto un evento per il paese.
Attività svolte dagli utenti (studenti e/o pubblici del museo)
- Visita guidata della Fortezza di San Leo e ricerca tramite smartphone di tutte le informazioni necessarie per la sceneggiatura della drammatizzazione.
- presso la Scuola secondaria di Pietracuta (in classe) laboratorio MYSELF : elaborazione delle proprie emozioni tramite espressioni facciali tramite uno specchio e disegno del proprio viso con matita e colori per abbinare i colori allo stato d’animo, al fine di una presa di coscienza del proprio viso e delle proprie emozioni; a seguire drammatizzazione di una scena “tipo” , divisa in tre atti, come esempio di lavoro del progetto.
Attività svolte dagli utenti (studenti e/o pubblici del museo)
- confronto in teleconferenza con educatore di Cooperativa Atlantide per l'elaborazione del canovaccio della drammatizzazione oggetto del progetto: gli studenti si sono confrontati per poter scrivere la sceneggiatura della rappresentazione;
- casting presso la palestra della scuola in cui ogni ragazzo si è presentato dichiarando le proprie passioni e hobby;
- assegnazione delle parti grazie a colloqui individuali cercando di seguire la naturale inclinazione degli studenti, con lo scopo di dare a tutti una parte soddisfacente e sentirsi inclusi;
- prove con spiegazione dei ruoli di ognuno;
- rappresentazione della drammatizzazione presso la palestra della Scuola secondaria di Pietracuta.
Attività svolte dagli utenti (studenti e/o pubblici del museo)
- Preparazione di manifesti di informazione con elenco di tutti gli studenti, attori e tecnici che hanno lavorato sulla scena.
- creazione di un poster per poter raffigurare la scena e cimento nella sperimentazione di registrazione video e audio.
- preparazione dei copioni degli attori dai ragazzi sulla traccia trasmessa agli insegnanti da Cooperativa Atlantide, in cui ogni studente ha personalizzato il proprio personaggio.
Risultati del progetto
Gli studenti si sono sentiti responsabili del proprio lavoro, trasformandosi in critici attenti e impegnati.
Indica quali sono le modalità che hanno garantito la fruizione del patrimonio
Comunicati stampa, locandine, diffusione su sito internet e social.
Continuità del progetto negli anni
L’esperienza è senza dubbio positiva, quindi si ritiene opportuno ed efficace cogliere future occasioni di collaborazioni fra istituzioni pubbliche e scolastiche.
Materiali prodotti
audiovisivi - video
audiovisivi - audio
cartacei - cartelloni
cartacei - documentazioni
classi 1 AP e 2 AP Scuola Secondaria di Pietracuta di San Leo (Rn)
Autore scheda
Marco Alberto Cozzi
Stato della scheda
Bozza
VAM
Off