Luigi Bombicci e la sua collezione

Luigi Bombicci e la sua collezione

Parole chiave: 
Descrizione: 

Nel marzo del 1860, la cattedra di Scienze naturali dell'Ateneo di Bologna venne suddivisa in tre distinte cattedre: Mineralogia, Geologia e Zoologia. Il prof. Luigi Bombicci divenne professore di Mineralogia e nel gennaio del 1862 assunse anche la direzione del Museo di Mineralogia situato dentro Palazzo Poggi. Purtroppo il museo non era provvisto di locali idonei in cui collocare la crescente collezione di minerali e di rocce e di conseguenza il prof. Bombicci avviò una ricostruzione degli spazi adibiti in cui collocare le vetrine contenenti la sua collezione. La ricostruzione aveva lo scopo di creare spazi più ampi e luminosi e rendere facile e gradevole l'osservazione dei minerali e delle rocce. Il prof. Bombicci morì però prima di vedere completata la sua opera nel 1907. L'attuale allestimento permette di ammirare splendidi minerali e rocce illuminate direttamente dalla luce del sole grazie a immense vetrate costruite secondo le indicazioni di Bombicci.

Autore/i: 
Veronica Neri (Liceo Cevolani di Cento)