Cambiamento climatico e patrimonio UNESCO: problematiche per la conservazione dei siti storico-artistici in Italia

Cambiamento climatico e patrimonio UNESCO: problematiche per la conservazione dei siti storico-artistici in Italia

Il 20.08.2018 a Stoccolma la giovane Greta Thunberg decise di non andare a scuola per protestare contro l'inazione del governo al cambiamento climatico. Il suo gesto ha ispirato migliaia di ragazzi che manifestato in tutto il mondo per un futuro migliore.
Descrizione: 

Sono luoghi inestimabili, per importanza storica e naturale. Si tratta dei siti dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO: luoghi che hanno delle particolarità che li rendono unici al mondo e che per questo meritano di essere tutelati e protetti. Negli ultimi decenni però la loro sopravvivenza è minacciata dagli effetti del cambiamento climatico. Una ricerca pubblicata recentemente su "Nature Communications" ha dato l’allarme: entro il 2100 il rischio di inondazioni potrebbe aumentare del 50% e il rischio di erosione del 13%. Molti siti, tra cui Venezia, Ferrara o Aquileia, potrebbero rimanere danneggiati o seriamente compromessi se non verranno prese delle misure di protezione adeguate. Proteggerli quindi è un dovere, ma anche un interesse, del Paese per il loro valore culturale, storico ed economico.

In riferimento ai siti naturali, si veda la sala bianca "Cambiamento climatico e Patrimonio Unesco: problematiche per la conservazione dei siti naturalistici in Italia"

Documenti: 
PDF iconexecutivesummary.pdf
Abstract del Rapporto ASviS 2018 (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile) che descrive l'attuale situazione italiana.
Bibliografia: 
  • AA.VV., Climate Change, World Heritage n°77, October 2015, United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization, Paris, France (2015).
  • A. Markham, E. Osipova, K. Lafrenz Samuels e A. Caldas, World Heritage and Tourism in a Changing Climate, United Nations Environment Programme, Nairobi, Kenya and United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization, Paris, France (2016).
  • J. Perry e C. Falzon, Climate Change Adaptation for Natural World Heritage Sites. A Pratical Guide, “World Heritage Paper Series N° 37”, United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization, Paris, France (2014).
Sitografia: 
Autore/i: 
Giulia Fontana